’45


Orecchio Acerbo, come sapete, è sia per Mari sia per me una delle case editrici più belle e interessanti del panorama editoriale italiano. I libri pubblicati da Orecchio Acerbo sono tutti speciali, interessanti e (anche semplicemente) bellissimi sul piano prettamente sensoriale: bella carta, stampa eccezionale, buon profumo, rilegatura particolare… Poi, se passiamo sul piano letterario: illustrazioni magiche e storie che lasciano il segno. Non fa eccezione ’45 di Maurizio A.C. Quarello perfetto per essere raccontato per questa vigilia del 25 aprile, visto che il tema è proprio quello della 24.

Un racconto solo per immagini, dedicato al nonno dell’autore del libro, che narra gli ultimi mesi guerra, il desiderio di pace e naviga sul tema della memoria con delicatezza forse perché si muove sull’onda dolce della storia personale che si fa Storia, la storia di un partigiano e di sua moglie (dalla dedica scopriamo che si chiamano Maurizio e Maria) che si intreccia alla Storia d’Italia. Un silent book, vale a dire un albo illustrato senza parole (fatta eccezione per i titoli delle sei sezioni che compongono il volume: Contro i tedeschi, RastrellamentiVerso la primaveraContro i repubblichiniL’insurrezione, La Liberazione), ma con l’ampiezza narrativa e il respiro di un romanzo e quindi anche un graphic novel.

Si comincia dai toni notturni, cupi e freddi di una notte d’inverno. I partigiani si fanno sempre più audaci, contro i tedeschi e contro i repubblichini. Ma al tempo stesso si fanno più frequenti i rastrellamenti e feroci le rappresaglie. I toni si fanno più caldi, la primavera è alle porte e finalmente arriva l’ordine di insurrezione per riscattarsi dal fascismo e liberarsi dai tedeschi ancora prima dell’arrivo degli Alleati. E si viaggia verso la luce di quello che sappiamo sarà un lieto fine per l’Italia e, nel caso specifico anche per questa famiglia.
In parte sono gli occhi di una nonna Maria giovane che ci raccontano la storia di tutte le donne rimaste a casa ad aspettare gli uomini in guerra: la sua preoccupazione per il marito partigiano e per il figlio alpino, la sua paura quando i nazisti le piombano in casa in cerca di cibo, la gioia per la liberazione e la pietà per quel soldato tedesco che le era piombato in casa e che alla fine del volume vede salire prigioniero sul carro.

’45 è un libro meraviglioso per raccontare la Liberazione. Il libro perfetto per festeggiarla insieme a voi. Buon 25 Aprile.

Carla e Mari

(’45 di Maurizio QuarelloOrecchio Acerbo editore, pag. 96, euro 19)

Commenti

Condividi sui social

Leave a reply

required

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>