Doppio Riflesso


Oggi non vi racconto di un libro che ho finito, e dunque segnato come archiviato… Ma di un libro che ho appena cominciato:  Doppio riflesso di  Michele Ainis.

Ho acquistato il volume in un giorno di shopping coatto online (potevo usufruire di uno sconto incredibile e mi sono fatta prendere la mano), e mentre cercavo libri che potevano interessarmi fra i tanti che ho poi comprato questo titolo è stato uno fra i primi a finire nel carrello.

Quello che mi ha incuriosita, manco a dirlo, è stato il fatto che si tratta di un libro al quadrato… Ma anche che si tratta di un esordio narrativo – l’autore che è tra i più noti costituzionalisti italiani, che insegna all’Università di Roma Tre, scrive su il Corriere della Sera e su L’Espresso fino al momento della pubblicazione di questo romanzo, infatti, vantava all’attivo circa 20 saggi su temi politici e istituzionali.

Veniamo alla trama che si promette intricata, divisa tra il tema della memoria e quello del mistero che lega le pagine di un diario alla vita: quello che il protagonista scrive per mettere in ordine il proprio passato dopo essere stato colpito da un’amnesia, infatti, sembra prodigiosamente accadere e diventare realtà. Niente è come sembra: ci sono donne che appaiono, scompaiono e ricompaiono; ci sono fantasmi; ci sono incontri prodigiosi, inquietanti doppi, coincidenze karmiche e – soprattutto – un libro dai poteri sconfinati (il Necronomicon) che tutti desiderano possedere, per il quale sono disposti a compiere qualunque azione e che però resta inafferrabile. Un giallo esistenziale che rimanda a temi psicoanalitici, dove ci sono sempre nuove tessere da collocare in un puzzle che sembra impossibile da ricomporre.

 

Un po’ arrovellato, forse (ma è ancora presto per dirlo)… Ma il fatto che sia stato in qualche modo paragonato al lungometraggio “Apri gli occhi” che ho tanto amato (almeno tanto quanto ho odiato il successivo reboot con Tom Cruise “Vanilla Sky“) mi incuriosisce infinitamente. Che dire? L’inizio è piuttosto promettente.

Carla

(Doppio riflesso di Michele Ainis, BUR, pag. 249, euro 10)

Commenti

Condividi sui social

Leave a reply

required

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>