Filastroccario… Aprile, maggio e giugno


Vi avevamo anticipato che a breve al CUB – Castello Ursino Bookshop sarebbe presto arrivato il secondo volume del Filastroccario per un anno straordinario firmato da Pippo Scudero e illustrato da Maria Sole Macchia. E infatti, eccolo qui, per i mesi di Aprile, Maggio, Giugno avremo parecchio da leggere e su cui riflettere. Come anticipa l’introduzione (che come è scritto in testa all’introduzione stessa “Per i bambini non c’è bisogno – leggere è un gioco e un magnifico sogno – Per i grandi invece una spiegazione – ecco una breve introduzione”).

La logica, ça va sans dire, è esattamente la stessa del primo volume… Ma l’immaginazione di Pippo Scudero è straordinaria. Con questo libro abbiamo fatto il giro di boa e conosciuto già la metà delle 365 facce che stanno dietro i nomi e i mestieri scelti dall’autore (che come vi abbiamo detto, non sempre corrispondono al giorno del santo protettore… Del resto avete mai visto due calendari perfettamente identici?) che per evitare ripetizioni per i nomi fra loro simili ha scelto di individuare anche qualche diminutivo lasciandosi ispirare dalle rime e dai mestieri curiosi. Si va avanti per percorsi evocativi, si parte dall’onomastica rivisitata in chiave narrativo-fantastica grazie al recupero di altre parole per assonanza, consonanza e nuclei semantici. Il tutto senza dimenticare la lezione di Gianni Rodari (che è presente in ogni prima coppia di versi, con il binomio fantastico fra nome di battesimo e mestiere) e le considerazioni morali e/o divertenti: come la filastrocca del 1° maggio che si conclude con una riflessione sul lavoro… E anche la mia curiosità cresce per il desiderio di scoprire quali nomi ci riserva Pippo per i prossimi due volumi… Anche perché il mio nome ancora non c’è…

C

(Aprile, Maggio, Giugno. Filastroccario per un anno straordinario di Pippo Scudero, Splen Edizioni, pag. 128, euro 13)

Commenti

Condividi sui social

Leave a reply

required

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>