Quattro viaggi straordinari


Disponibili anche in volumi singoli, i libri che compongono il cofanetto Quattro viaggi straordinari di Luigi Capuana  sono dei piccoli gioielli firmati da cinque illustratori siciliani catanesi: Maria Rachele Fichera, Santo PappalardoLucia Scuderi il duo composto da Riccardo Francaviglia e Margherita Sgarlata.
Cinque grandi artisti per quattro storie ad alta leggibilità (anche perché stampate con il carattere Easy Reading, font che si configura come strumento compensativo per lettori con dislessia, mia in generale facilitante per tutte le categorie di lettori): VolandoNel regno delle scimmieLa città sotterraneaLa città degli uomini.

Quattro racconti di genere fantasy, ma che giocano anche sul rapporto tra scienza e letteratura, tra immaginazione e invenzione… Perché dietro ogni scoperta scientifica c’è sempre una mente che ha conservato la capacità di stupirsi (proprio come sanno fare i bambini) e la scienza è sempre piena di sorprese.
Luigi Capuana nei suoi racconti stra-ordinari immagina una partenza verso un tempo fatato e uno spazio sospeso come per magia, immagina personaggi e soggetti, situazioni che solo il futuro avrebbe poi mostrato come effettivamente realizzabili. Un po’ come Jules Verne (suo contemporaneo, che fu capace di ipotizzare scoperte che poi sarebbero diventate reali), anche Capuana profetizza sul futuro possibile: un mondo popolato da automi con sembianze umane che però non sanno né pensare né parlare né provare emozioni, un altro popolato da scimmie con cui Tom imparerà a comunicare, un altro ancora sotterraneo scoperto da Tom e Biagio che si infilano in una buca in cerca di un tesoro o infine in aria, rivisitando il tema del volo con Riccardo a bordo dell’Ornis.

Carla

(Quattro viaggi straordinari di Luigi Capuana, cofanetto, Splen edizioni, €19,00; ciascun volume è acquistabile singolarmente al prezzo di 6 euro)

Commenti

Condividi sui social

Leave a reply

required

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>