Categoria: Romanzo

Quattro angeli per un libro maledetto

E’ stato in vetta alle classifiche di vendita già a pochi giorni dalla pubblicazione. Ha vinto il premio Bancarella. E’ stato definito «enigmatico come “Il nome della rosa”» e «avvincente come “I pilastri della terra”».

Un esordio letterario entusiasmante quello di Marcello Simoni, autore de “Il mercante di libri maledetti“, un’opera prima che rimarrà nella storia. Stupisce allora che la pubblicazione del romanzo di Simoni (trentacinquenne ferrarese, ex archeologo e oggi bibliotecario) sia arrivata dopo il successo dell’edizione spagnola (nel 2010, “El secreto de los cuatro ángles”, un titolo che – a dire la verità – è meno evocativo, ma più centrato sul romanzo). Continua

Quando le parole sono il racconto

Quando ho letto questo romanzo per la prima volta, avevo poco meno di 12 anni. Avevano assegnato questo romanzo come lettura per le vacanze… Ma devo dire che il titolo non mi allettava affatto. Non capivo cosa potesse nascondersi dietro quelle due parole di uso quotidiano: “Lessico famigliare“; non capivo cosa potesse rendere attraente il linguaggio di una famiglia, cosa lo rendesse così speciale. Poi l’ho aperto e ho capito. E siccome qualche giorno fa sono stata nominata cultrice di Linguistica e glottologia all’università di Catania, mi sembra doveroso, scegliere un titolo in qualche modo connesso a questo nuovo traguardo raggiunto.

“Lessico famigliare”, pubblicato nel 1963 , è una cronaca ironico-affettuosa della vita quotidiana della famiglia Levi a Torino dagli anni 20 ai primi anni 50. La dimensione cronologica ripercorre i fatti dell’età fascista, della seconda guerra mondiale (compresa l’uccisione del marito dell’autrice per attività politica antinazista), della persecuzione degli ebrei fino ad arrivare al suicidio di Cesare Pavese e alla caduta delle illusioni della Resistenza. Continua

La Zolfa

C’è stato un periodo in cui mi sono tenuta ben lontana dalle case editrici blasonate. La giustificazione principale, e che davo a chi mi chiedeva perchè, era che volevo scoprire cosa c’era nell’ “altra editoria“, la seconda giustificazione, che ho maturato dopo un pò è che volevo trovare qualcosa che in pochi avessero letto e potere dire “io l’ho fatto“. 🙂

Pensiero contorto, ma spero esaustivo!!!

Tra quei libri che ho letto ce ne sono alcuni che mi sono piaciuti più di altri e che, anche se non più nuovissimi, potrebbe valere la pena di leggere. Continua

La leggenda del cacciatore di vampiri

Prendete Abramo Lincoln, prendete la Guerra di Secessione americana e metteteci anche i vampiri, mostri affamati che tessono trame politiche, pur di portare avanti una lotta interna tra diverse fazioni.

La leggenda del cacciatore di vampiri – Il diario segreto del presidente, di Seth Grahame-Smith in Italia con Editrice Nord, è la versione rivisitata in chiave pulp della storia di uno dei presidenti più famosi degli Stati Uniti, una versione che è già diventata film con la trasposizione cinematografica nelle sale con la regia, indovinate di chi? Di Tim Burton. Continua

Se una notte d’inverno…

Pubblicato nel 1979, dopo sei anni di silenzio letterario, “Se una notte d’inverno un viaggiatore” narra la storia di un lettore che tenta di leggere un romanzo, ma per motivi sempre differenti è costretto a interrompere la lettura del libro che sta leggendo e a cominciarne un altro.

Tutto comincia con l’acquisto metaletterario di una copia del romanzo “Se una notte d’inverno un viaggiatore” che, però, risulta fallata. Il Lettore torna dunque in libreria e proprio lì incontra Ludmilla che ha avuto lo stesso problema. Entrambi sono in cerca del finale della storia che hanno cominciato a leggere, ma più si avventurano nella ricerca più i loro tentativi sembrano vani. Infiniti sono i collegamenti possibili, ma ogni nuova scoperta è – in qualche modo sempre incompleta. Ecco perché il romanzo si pone anche come una riflessione sulle incalcolabili possibilità che la lettura (e la letteratura) offre, per giungere a una conoscenza della realtà… Ma non è tutto qua. Continua

Cose da salvare in caso di incendio

Una storia d’amore o una favola per bambini? Cose da salvare in caso di incendio di Haley Tanner è entrambe le cose. E’ il racconto del legame che si stringe tra due bambini, Vaclav e Lena, e che va al di là del tempo e di quello che succede mano a mano che i due diventano adolescenti.

I due sono entrambi russi emigrati in America. Ma sono arrivati in modo diverso e le loro famiglie hanno avuto un modo personale di adeguarsi al “nuovo mondo”.

Lui è un aspirante mago e si fa chiamare “Vaclav il Magnifico“, lei è la sua assistente “Lena, la sua incantevole assistente“. Il loro sogno è di esibirsi a Coney Island a New York, per fare vedere a tutti che, quelle ore passata a provare i numeri, li hanno resi unici. Continua

Storia del Maestro… e di Margherita

Se non l’avete mai letto, dovreste proprio farlo. Se lo conoscete, riscopritelo.

Certamente perché riconosciuto come uno fra i più grandi capolavori della letteratura russa del XX secolo, tanto da aver spinto Eugenio Montale a definire questo romanzo come “un miracolo che ognuno deve salutare con commozione”. Ma non soltanto. Michail Bulgakov, infatti, costruisce il/i suo/suoi  romanzo/i su una visita del diavolo nell’Unione Sovietica di Stalin: una vera e propria satira dell’epoca. Ma i temi cari alla letteratura senza tempo che Bulgakov riprende sono tantissimi, primo fra tutti quello dell’ebreo errante: una figura della mitologia cristiana (che – stando alla leggenda – colpì Gesù lungo la via della Crocifissione e al quale fu data la maledizione di camminare sulla terra fino al tempo della Seconda venuta) che è diventata protagonista di numerose opere (dal “Faust” di Goethe a “Melmoth l’uomo errante” di C.R. Maturin, fino al “Melmoth riconciliato” di Balzac… ma potremmo continuare con un lungo elenco.

E la già intricata trama si intesse anche con la travagliata vicenda compositiva del romanzo stesso. Continua

Innamorarsi a New York

Volevo un libro da spiaggia e sono andata dritta dritta verso la meta senza neanche guardare le pile di libri impegnati e pesanti. Volevo un libro da leggere stravaccata sotto un ombrellone oppure sulla sabbia senza temere che si rovinasse e senza temere che una semplice distrazione mi facesse scordare di che stavamo parlando.

Avevo già letto Un Regalo Da Tiffany, di Melissa Hill e così sono andata sul sicuro comprando Innamorarsi a New York, sempre della stessa autrice. Continua

Tutte le famiglie sono psicotiche

Perchè ho afferrato questo libro da uno degli scaffalli della libreria? Perchè il titolo mi ha fatto sorridere.

Leggendo “Tutte le famiglie sono psicotiche” di Douglas Coupland, ho pensato che di famiglie pazze, fuori dalle righe, dove le parole depressione, amore e sì, anche felicità, sono gli ingredienti principali per vivere una vita in comunione, ne conosco un sacco.

Certo qui siamo a livelli da record, ma il senso è che ogni famiglia ha i suoi problemi, grandi o grossi che siano e il modo per andare avanti è affidarsi gli uni agli altri e cercare di superare gli ostacoli insieme. E in questo libro gli ostacoli, apparentemente sembrano davvero insormontabili. Continua

1 33 34 35