Zazà e Leopoldo


Da un po’ di tempo le mie letture, come avete capito, sono cambiate. Leggo sempre molto, ma le pagine destinatarie delle mie attenzioni non sono sempre solo per me. Il discorso vale per i saggi dedicati a gravidanza e materane, vale per le letture che sono dettate da esigenze di studio, vale per i libri che leggo al piccolo Bubù… che proprio come sognavo è un grande appassionato di libri e letture. Oltre a Stella Stellina di cui vi ho parlato qualche tempo fa, una sua grande passione sono le storie di Zazà e Leopoldo.

Sono quattro volumi cartonati firmati da Jacques Duquennoy dedicati ai temi classici per i bambini della sua età: i colori, le forme, i numeri e gli opposti.
Abbiamo preso i due primi volumi di questa serie, durante la nostra vacanza a Stromboli, nella Libreria dell’Isola che ogni anno è tappa fissa delle nostre passeggiate, perché è un posto speciale dove è possibile trovare titoli un po’ più ricercati del normale. I libri con protagonisti Zazà e Leopoldo (una zebra e un camaleonte) avevano proprio le caratteristiche che desideravo: la sorpresa ogni volta che si gira una pagina. 
zaza-e-leopoldo-gli-opposti
Le spesse pagine cartonate che li compongono, infatti, sono costruite e montate in modo da offrire attraverso tagli e/o finestre di acetato un gioco di immagini che consentono ai bambini di divertirsi parecchio. Così, se nei volumi dedicati ai colori e alle forme, le finestre di acetato permettono di comporre delle figure “aggiungendo” colore alle illustrazioni e “montando” immagini impreviste… Il volume dedicato ai numeri è tattile e quello dedicato agli opposti gioca con  ritagli sul cartone per modificare l’illustrazione di partenza. Zazà e Leopoldo salgono e scendono le scale, sono tristi perché un uccellino è in gabbia e diventano felici quando magicamente l’uccellino è libero dalle sbarre che lo imprigionavano, litigano perché uno dei due ha fatto una monelleria… ma fanno subito pace perché sono gentili l’uno con l’altro e rimediano immediatamente al torto fatto. E poi disegnano insieme e con i loro tratti si compongono delle illustrazioni divertenti sui fogli di acetato. Un gioco magico che sorprende Tito e lo invita a spiegare cosa succederà. Consigliatissimi per i bambini curiosi che amano sfogliare i loro libri da soli, il cartone molto spesso, infatti, funzionale a questo gioco di immagini è anche resistentissimo.

Carla Panza

(Zazà e Leopoldo: i numeri, le forme, i colori e gli opposti di Jacques Duquennoy, Giochi educativi, pag. 20, euro 11.90 cad.)

Commenti

Condividi sui social

Leave a reply

required

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>