Categoria: Riflessioni

Storie di uomini e di navi…

Quello che vi suggeriamo di scoprire questo mese è un libro tutto siciliano e molto particolare. Ed io in particolare mi sono divertita proprio tanto a leggerlo, un po’ perché è stata davvero la mia (prima?) avventura subacquea, un po’ perché è stato come fare un tuffo nel passato, un po’ perché ho rivisto una situazione di vita vissuta da un’angolazione diversa. In questo libro, infatti, ci sono anch’io!

Non sono un subacqueo e neanche un palombaro, ma in quel periodo ho meditato di diventarlo. Vi dico solo che per il team che incontrerete leggendo questo libro io sono “il jolly”. E se lo leggerete capirete il perché. Ma veniamo al libro.

Non è un romanzo, ma ne ha il sapore. Non è (propriamente) un diario, ma ne ha il ritmo e lo spirito. E questo, nonostante si tratti di un racconto collettivo, a più voci. Non solo quelle degli autori i cui nomi campeggiano in copertina, ma anche di tutti gli uomini e le donne che li hanno affiancati in questa avventura, iniziata nel 2005 sotto il livello del mare, proseguita nel tempo anche attraverso la realizzazione di articoli e documentari che oggi costituiscono la cronaca di quanto accaduto e che a fine 2012 è diventato un libro. Continua

Morto che parla #2

Per cavalcare l’onda dei morti che parlano, torniamo sull’argomento. Del resto, come diceva Cartesio, “la lettura di tutti i buoni libri è come una conversazione con gli uomini migliori dei secoli andati”.

Questa volta, però, torniamo a farvi leggere le opinioni e i pensieri dei big della letteratura internazionale, dedicandoci in particolare a quanto da loro espresso circa un’azione specifica: l’importanza del ri-leggere. Continua

La donna di fiori

Il titolo è evocativo. “La donna di fiori. Éros, botanica, alchimia” è un libro senza precedenti.

Attraverso una vasta selezione di testi letterari, medici, scientifici, alchemici, filosofici e teologici, infatti, il libro indaga sul mistero delle metafore botaniche, floreali e frutticole con cui è stato descritto il corpo femminile nelle tradizioni classica e cristiana da una parte, giudaico e islamica dall’altra. Una discriminante imprescindibile perché diverse sono le vicende culturali delle società occidentali, dove il corpo femminile è un fiore-forma, e le società mediorientali, dove invece è esaltato un accostamento non formale ma odorifero, fiore-aroma.

  Continua

Asino chi legge…

Sarà un caso, ma in questi giorni, mentre cerco di organizzare il mio trasloco (con conseguente – e disperato – tentativo di creare un archivio digitale della mia biblioteca personale) mi è LETTERALMENTE caduto tra le mani la mia copia di “Asino chi legge. I giovani, i libri, la scrittura“. L’avevo acquistato molto tempo fa, quando ancora facevo la libraia, per poterlo consigliare ai tanti docenti che erano abituali frequentatori dei nostri scaffali. Ma oggi forse ancora più che allora, questo libro è la fotografia di una sfida che cerco di vincere ogni giorno: quella di portare la letteratura (letta e scritta) in luoghi dove la passione per la pagina stampata non è mai nata o si scontra con difficoltà davvero inenarrabili. Continua

Più avanti di qualche passo

Anche questo libro è un regalo che le Matte hanno appena ricevuto. E’ fresco fresco di stampa e verrà presentato domani (20 aprile 2013) alle 18 alla libreria Voltapagina di Catania (Via F. Crispi, 262).

Rosalia (Lia) Messina è nata a Palermo (l’età di una signora non si svela mai), ma vive e lavora a Catania. Nel panorama letterario ha esordito con una raccolta di racconti “Prima dell’alba e subito dopo” (edito da PerroneLab e adesso disponibile anche in e-book grazie a YouCanPrint). Ma “Più avanti di qualche passo” le è anche già valso il premio letterario “Angelo Musco”, come inedito 2012.

La storia si apre in Sicilia nel 1950… Ma si dipana lungo le pagine del romanzo fino all’estate 2003, quando il mistero che si infittisce durante il racconto, finalmente, si svela. Continua

Morto che parla!

Le meditazioni sulla lettura che abbiamo fatto in questi (quasi) due anni di rubrica dedicata alla passione per i libri e all’amore per la lettura (che curiamo suUniversitinforma/MyCityPress) ci hanno spinte a dare un’occhio a quanto espresso sul tema dalle grandi penne della letteratura internazionale. E pescando qua e là, fra le pagine dei romanzi Continua

Oggi comincia la Fiera del libro per ragazzi

Fino all’ultimo entrambe le Matte hanno sperato di poter raggiungere la Fiera del libro per ragazzi di Bologna, il più importante appuntamento internazionale per i professionisti dell’editoria per ragazzi (che quest’anno compie 50 anni!)… Ma gli impegni di lavoro ci hanno trattenute a Catania.

La fiera è il punto di incontro di tutti gli specialisti del settore, ma anche il mercato per eccellenza per lo scambio di copyright, per incontrare editori, proporre i propri scritti, le proprie illustrazioni. Continua

Le vie dei canti

L’ultima volta che ho riletto questo libro è stato poco più di un anno fa, quando mi sono preparata anche “psicologicamente” al viaggio in Australia: una delle tre mete del viaggio di nozze mio e di Marzio (insieme a Hong Kong e alla Polinesia francese).

E, ovviamente, considerata la meta, dallo scaffale non potevo non pescare “Le vie dei canti” di Bruce Chatwin. L’avevo letto da adolescente, incuriosita dalla singolarità del fatto che Bruce Chatwin, eterno viaggiatore morto proprio a causa di una malattia contratta in uno dei suoi viaggi, si domandava perché gli uomini invece di stare fermi se ne vadano in giro da un posto all’altro. Ma Chatwin, come si può evincere dagli avvenimenti della sua vita e intuire dalle notizie autobiografiche che infarciscono i suoi romanzi, era un uomo atipico. Come giornalista inizia a girare il mondo: Africa, Afghanistan, Unione Sovietica, America del Sud e Australia… Ed è proprio in questi luoghi che ambienta i suoi romanzi. Continua

Se gli scaffali a tema languono…

Inauguriamo una nuova rubrica a tema, invitando tutti i catanesi a rintracciare in giro per la città una copia del magazine free press Universitinforma-My City Press sul quale – a partire da questo numero – le vostre Matte cureranno una rubrica tutta dedicata ai libri. E mentre vi lasciamo in sospeso (ma non temete: non appena la rivista sarà pubblicata, anche chi non vive a Catania troverà sul blog tutte le recensioni che prepareremo per il periodico!) vi solletichiamo con questo post.

E parliamo, dunque, di libri di cucina. Dopo le ricette in filastrocca di Maria Rosa, il primo libro di cucina a entrare nella mia biblioteca personale è stato (scusate il giochetto di parole) “Il mio primo libro di Cucina” di Edicart (oggi ripubblicato come “Il primo libro di cucina per bambini. Cucina facile per giovani cuochi” di Angela Wilkes), seguito a ruota da “Io in cucina. Le nuove ricette di Nonna Papera”  edito da Disney. Mentre il primo “grande attrezzo” che ho desiderato e ricevuto in regalo per il mio ottavo Natale è stata la macchina per lo zucchero filato… Eheheh! Continua

Una bella sorpresa…

E’ da tempo che non scrivo un post. E chiedo scusa, ma è stato un periodo davvero molto intenso. C’è stata la prova del concorso a scuola, ho iniziato il dottorato, sto insegnando e – soprattutto – il lavoro con Mariangela procede alla grande. Oggi però non posso resistere alla tentazione di raccontarvi una gran bella sorpresa che si è materializzata sul tavolo del nostro ufficio. Oggi alle Matte, infatti, è arrivato un regalo. A inviarci un plico pieno zeppo di libri, infatti, è stato Umberto Coscarelli, titolare della casa editrice e laboratorio editoriale Ed.it (www.editpress.it). Continua

1 12 13 14 15 16